Around English – perché hai difficoltà a parlare in inglese


Around English, Blog / martedì, 30 Agosto, 2022

Ci sono molti luoghi comuni intorno all’apprendimento delle lingue straniere e in particolare della lingua inglese.

Sia nelle scuole sia sui social tendenzialmente si mette il focus sulla grammatica, dovendo anche giustamente imparare le regole linguistiche. Poi però si tende a trascurare la parte pratica senza dare strumenti e consigli per allenare lo speaking e le altre skill.

Di solito non si parla di come funziona l’apprendimento linguistico e gli studenti si trovano a colmare il blocco nel parlare la lingua ripassando ancora la teoria, imparando tante parole a caso, cercando di ricordare la pronuncia di diversi vocaboli senza criterio.

Ciascuno dei metodi appena detti non solo non serve ma dà ancora più ansia agli studenti.

Siccome non si spiega come migliorare nello speaking, i learners provano alcune strategie.

Chi impara l’inglese pensa di sentirsi più preparatə memorizzando vocaboli concentrandosi sulla quantità e non sulla qualità per evitare l’ansia di trovarsi in una situazione in cui non si conosce qualche parola, ma entra in un circolo vizioso in cui cerca di memorizzare più vocaboli possibili, sapendo comunque che non è possibile conoscerli tutti e non sentendosi quindi mai prontə ad utilizzare la lingua nella pratica.

Chi impara l’inglese continua a ripassare la teoria consolidando lo stare nella zona di comfort mentre il passaggio successivo dovrebbe essere applicarla.

Chi impara l’inglese molte volte ha un’idea sbagliata sulla pronuncia, che viene confusa con l’accento e sembra voglia dire soltanto imparare a memoria i suoni di qualche parola, mentre invece è tanto altro, come alfabeto fonetico, stress, intonazione, ritmo.

E come spiego in un altro articolo qui sui social questi approcci diventano purtroppo dei trend.

Mi rendo conto di quanto sia difficile scardinare delle credenze che sono diventate così radicate. Quali?

Credere che imparare a parlare una lingua sia una cosa a parte.

A parte dalla paura del giudizio. A parte dall’essere introvert o no. A parte dal paragonarsi agli altri. A parte di cose che fanno parte di noi, perché il denominatore comune è che siamo esseri umani.

Nuota tra i suoni. Assapora le parole cercando di capirle senza la fretta di tradurle. Fatti abbracciare dalla musica e dai posti che ti fa venire voglia di visitare.

E se vuoi delle lezioni su misura delle tue esigenze e allenare lo speaking, contattami qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.