Around Culture: Tea Time


Around Culture, Blog / lunedì, 2 Ottobre, 2017

Com’è nato il tè delle cinque? Si mette lo zucchero o il latte? Quali sono le marche più famose di questo infuso? Dal 1800 ad oggi, ripercorriamo la storia del tè in terra anglosassone.

L’origine della tradizione

Nel 1800 gli inglesi erano soliti consumare pasti solo la mattina e la sera, tendenzialmente tardi. La 7° Duchessa di Bedford Anna, grande amica della Regina Vittoria, veniva colta dalla fame nell’orario della merenda, rendendole faticosa l’attesa della cena. Così decise di farsi servire del tè e qualche dolce intorno alle 5 e fu talmente soddisfatta che prese l’abitudine di questo spuntino ogni giorno. Tale consuetudine fu estesa agli amici con inviti, quindi arricchito di molti stuzzichini e torte e dunque all’inizio si trattava di un’usanza per le classi benestanti, diventando quasi un vero e proprio evento. In seguito, la tradizione si diffuse anche in tutte le altre classi sociali, favorita dalla nascita di negozi e tearoom (stanze da tè) in cui sorseggiare il cosiddetto afternoon tea.

Zucchero, latte, stuzzichini

L’accompagnamento della cup of tea ha molte variazioni e preferenze. In genere viene dolcificato con lo zucchero, che può essere semolato o in zollette, a volte invece viene aggiunto un po’ di miele. Inoltre, c’è a chi piace mischiarlo con del latte freddo: alcuni affermano che sia meglio versarlo prima, perché si dice che in questo modo non si macchia la porcellana in cui spesso viene servito, altri che sia meglio dopo, per regolare meglio la quantità delle due bevande. E gli stuzzichini? Possono essere sia dolci che salati: si va dai biscotti alle torte, dai tramezzini agli scones.

Marche famose e Sale da tè

Il rito del tè si può gustare a casa, ma anche nelle tearoom, ovvero le sale da tè presenti in Inghilterra ma anche in altri Paesi anglofoni. Si tratta di locali dedicati all’esperienza del tè con qualche spuntino e dove si può provare il cream tea, ovvero un rituale simile al tradizionale afternoon tea ma in cui assaggiare scones ricoperti di clotted cream (panna rappresa) e marmellata. Nel 1706 Thomas Twining, fondatore della celebre Twinings, aprì la prima tearoom della storia. Una delle sue miscele storiche è la Earl Grey. Le marche di tè più famose sono appunto Twinings, ma anche Lipton, Harrods e Fortnum and Mason’s, ovvero la marca dei grandi magazzini in cui pare che si rifornisca la regina.

A te piace sorseggiare un po’ di tè, magari la domenica? Hai provato il rito del tè in qualche viaggio in Inghilterra? Scrivilo nei commenti!

RSS
Facebook
Twitter
Pinterest
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *